Montserrat – la montagna mistica nel cuore della Catalogna

Montserrat by Howard

Montserrat by HowardLa parola ‘montagna’ in realtà non rende giustizia a Montserrat. A solo un’ora di treno da Barcellona, questa enorme, unica e naturale meraviglia è visibile da tutta la Catalogna per questo ha un significato speciale per i catalani. Con le sue molteplici vette e le strane formazioni rocciose, non c’è montagna che le somigli.

A 1.236 metri, le torri Montserrat svettano sulla campagna circostante. Nelle giornate limpide, è possibile vedere perfino i Pirenei. Il suo nome significa letteralmente ‘montagna seghettata’, la sua silhouette particolarmente frastagliata è il risultato di una combinazione di drammatici eventi geologici risalenti a 10.000 mila anni fa e a secoli di erosione.

Ampiamente considerata la più bella meraviglia naturale spagnola avvolta nella leggenda, si pensava che il Santo Graal fosse conservato sul Montserrat, è stata ispirazione per molti poeti catalani. Il valore di questa montagna nell’immaginario catalano non va sottovalutato. Molte donne portano il suo nome (abbreviato in ‘Montse’), fare un’escursione mattutina fino alla cima per vedere il sorgere del sole sulla Catalogna è una sorta di rito di passaggio.

Reliquie religiose

Montserrat Basilica by HellebardiusA lungo la gente ha guardato Montserrat con timore, il suo innato splendore si trova nell’antico ruolo di luogo di pellegrinaggio. Nel lontano 1025, venne fondato un monastero tra le sue rocce erose dal vento. Per secoli i pellegrini rendevano omaggio a ‘La Moreneta’, un’antica statua della Vergine Maria, patrona della Catalogna.

Nonostante i diversi tentativi di sopprimere questo luogo di devozione rimane una destinazione popolare per i devoti. Le esibizioni giornaliere di L’Escolania – il rinomato coro dei ragazzi dell’abbazia – si tengono nella lussuosa Basilica al centro del monastero di Montserrat.

Se vi imbattete in una simile performance, così lontano dalla moderna Catalogna, vi farete sicuramente incantare dal tono lirico del latino e sarete portati indietro nel tempo. A rafforzare questo aspetto c’è da dire che nel monastero perfettamente funzionante, vivono circa 300 monaci benedettini. Inoltre Montserrat vanta un notevole museo e una galleria d’arte con opere di El Greco, Caravaggio e Dalí.

Come visitare Montserrat

Montserrat cable car by colinjcampbellSe decidete di visitare Montserrat, lo sforzo che farete per arrivare in cima sarà ben ricompensato. Il monastero si trova a un’altitudine di 725 metri, arrivare quindi al punto più alto del monte, Sant Jeroni, vuol dire una ripida scalata di 500 metri. Anche se il percorso in alcuni punti, ben disposti, risulta difficile, la scampagnata dura in tutto circa quattro ore. Se la visitate nel fine settimana, non aspettatevi di stare soli – Montserrat è una meta molto popolare per i turisti e la gente del posto. Se, invece, non volete arrivarci a piedi c’è una funicolare nei pressi del monastero che vi trasporta per un bel pezzo fino in cima.

Arrivare a Montserrat da Barcellona è semplice. Basta raggiungere la stazione del Ferrocarrils de la Generalitat de Catalunya (FGC) a Plaça Espanya, lì potete acquistare un biglietto combinato che vi porterà fino al Monastero con un normale servizio di treno extraurbano e poi in cima alla montagna con la teleferica o con la funicolare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here