La verità sulle tapas

Pickled greed olives with other mediterranean appetizers and snacks

Come le pizzerie in l’Italia, le ‘tapas’ sono sinonimo di cucina spagnola e sono in cima alla lista di cose da fare della maggior parte dei turisti. C’è molta confusione su cosa siano davvero le tapas e su come vadano gustate, come capita spesso provando la cucina locale, la traduzione le priva di una parte di significato. Abbiamo pensato di approfondire il tema delle tapas in modo che anche voi possiate approfittare al meglio di questo caposaldo della cultura spagnola.

Il concetto

Tapas BarcellonaPer cominciare, le tapas non equivalgono a un pasto – sono semplicemente uno spuntino, una piccola porzione di qualcosa, servito con una bevanda. Tuttavia, è possibile riempirsi con un paio di tapas, senza spendere troppo. Potete anche ordinare una versione leggermente più grande delle tapas, chiamata ‘media ración’, o una davvero abbondante, la ‘ración’. Se avete voglia di provare un po’ di tutto, scegliete un ‘plato combinado’ che vi propone diversi tipi di tapas in un unico piatto – ideale da condividere!

Le tapas non sono solo un modo di mangiare. È considerato un vero stile di vita, un’attività sociale e un modo di riunirsi con gli amici per chiacchierare, ridere e assaggiare piatti tipici.

Le origini

Come tanti punti cardine della cultura spagnola, pare che le tapas siano nate in Andalusia e le teorie su come sia emerso questo modo di mangiare sono tante. Il verbo ‘tapar’ significa coprire, e una ‘tapa’ è un coperchio. Questo ha ispirato una teoria popolare secondo cui l’antica usanza di coprire le bevande con un piatto per proteggerle dalle mosche o dalla polvere si sia evoluta con l’aggiunta di un piccolo snack, mangiato direttamente dal bicchiere. Altre teorie includono quella secondo cui uno stuzzichino dal sapore forte, del formaggio ad esempio, servisse a mascherare o ‘coprire’ l’odore del vino andato a male.

Ma la teoria più accettata, per cui gli spagnoli mangino tapas, risale a un decreto reale del XVI secolo di Filippo III, che aveva lo scopo di frenare l’ubriachezza nelle città spagnole e insisteva sul fatto che le bevande fossero servite con un boccone saporito.

Qualunque sia l’origine di questa pratica, questi snack da bar sono onnipresenti in tutta Spagna e Barcellona non fa eccezione. Si possono ancora trovare dei bar che servono tapas gratis con un drink, ma in Spagna ormai non si usa più.

Tapas oggi

Cucina SpagnolaOriginariamente le tapas fungevano da snack dopo-lavoro o ‘merienda’. Mangiate verso le 18:00, erano un modo per colmare il divario tra il pranzo e la cena, che normalmente in Spagna non viene servita prima delle 22:00. Una tapa e un drink erano un modo per tenere a bada la fame fino a sera, sia al bar che a casa.

Le cose non sono cambiate molto, ma la cultura di mangiare tapas oggi è più versatile, turisti e residenti le mangiano durante tutto l’arco della giornata. Sia per una colazione a mezza mattinata che per un appuntamento galante, le tapas possono essere servite come pasto principale, antipasto o semplicemente per accompagnare una bibita.

Godersi le tapas in qualsiasi momento si dice ‘tapear’. Questo verbo assomiglia a quello del giro di bar, passare cioè da un bar all’altro, ordinando un drink e una tapa in ognuno. In alcuni bar di tapas non troverete posti a sedere e potrebbero riempirsi rapidamente. Quindi, non siate timidi quando ordinate sapendo che ognuno fa da sé a volte e i vostri colleghi spagnoli si faranno sentire!

Tapas a Barcelona

Tapas a BarcellonaSapere quali sono le migliori tapas (o ‘tapes’ in catalano) a Barcellona è questione di feroce rivalità. Qualsiasi tipo di tapas è disponibile anche in bar minuscoli, scegliere a volte può essere difficile. Il nostro consiglio è di avventurarsi lontano dalle sovraffollate e troppo costose Ramblas e dirigersi verso Gràcia o Poble Sec per un’esperienza più autentica. Non lasciatevi scoraggiare dalla facciata di alcuni bar di tapas o dalla loro ubicazione – spesso, nascondono tesori preziosi, come gustose patatas bravas e strepitosi calamari fritti, sono sempre affollati da gente del posto.

I tipi di tapas più comuni
  • Boquerones en vinagre – questa tapa popolare è fatta di alici fresche marinate in aceto, aglio e prezzemolo.
  • Croquetas – un intruglio impanato e fritto di patate e carne macinata, c’è una vasta gamma di possibili variazioni per questa prelibatezza araba. Per lo più le troverete ripiene di prosciutto, pollo, merluzzo, o spinaci.
  • Calamares – Una tapa molto comune a Barcellona, quasi ovvia, vista la lunga storia d’amore tra iberici e frutti di mare. Di solito fritti in una pastella leggera, gli anelli di calamari vengono serviti soltanto con una fetta di limone.
  • Pimientos de Padrón – questi piccoli peperoni verdi sono originari della Galizia. Di solito sono fritti in olio d’oliva o serviti crudi. Attenzione, però – mentre la maggior parte di questi peperoni sono dolci, in ogni ristorante ce ne sono alcuni in agguato che potrebbero farvi saltare dalla sedia.
  • Pan con tomate – la base di ogni giro di tapas in Catalogna, è pane su cui si strofina pomodoro fresco, condito con olio e sale. Saporito, poco costoso e si sposa bene con tutto.
  • Patatas bravas – si tratta di un piatto di patate a cubetti fritte e poi condite con due salse deliziose – alioli (una maionese all’aglio) e una salsa di pomodoro piccante – ideale per saziarsi.
  • Tortilla española – questa voluminosa frittata spagnola, fatta di uova, patate e cipolle di solito viene fritta in olio d’oliva – è una delizia che si scioglie in bocca.
  • Aceitunas – ideali da sgranocchiare le olive sono un must per qualsiasi menu di tapas.
  • Chorizo – questa salsiccia spagnola piccante soddisferà sicuramente il vostro lato carnivoro.
  • Ibéricos y quesos – una selezione di salumi e formaggi che si abbinano perfettamente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here