Il Museu de Zoologia e il Castell dels tres Dragons

Una destinazione che normalmente non viene presa in considerazione nei classici tour di Barcellona, ma che merita una visita è il Castell dels tres Dragons che ospita Museu de Zoologia.

Il particolarissimo e affascinante Castell dels tres Dragons è stato realizzato da Lluis Domenech i Montaner, uno degli architetti più rappresentativi del modernismo a Barcellona e autore, tra l’altro, dello splendido Palau de la Música Catalana. Il particolare nome dell’edificio deriva dal titolo dell’omonima commedia di Serafì Pitarra.

Il Castello si trova nelle vicinanze del Parc de la Ciutadella, un parco di circa 17 ettari realizzato nei terreni che furono della fortezza cittadina e fu progettato per ospitare luoghi di incontro quali bar, ristoranti e sale comuni, in occasione dell’Esposizione Universale del 1888. Bello e affascinante da fuori il Castell dels tres Dragons racchiude al suo interno una collezione straordinaria di reperti e studi sul mondo animale che sapranno affascinare anche se non si è grandi amanti di zoologia.

Nelle sue splendide stanze sono infatti custoditi gli importanti documenti del Museo di Zoologia di Barcellona, ma anche alcuni interessanti dettagli tipici dell’architettura modernista. Inoltre, il castello ha una grande importanza storica perché ha ospitato i primi laboratori in cui si studiava la lavorazione della ceramica e la forgiatura del ferro dando vita, quindi, al risorgimento dell’arte decorativa catalana.

Dal 1920 il castello ospita il Museo di zoologia di Barcellona. Esso risale però alla seconda metà del XIX secolo, per l’esattezza al 1882, quando fu realizzato per volontà di Francesc Martorell i Pena che fece una generosa donazione sia di straordinarie collezioni di archeologia e studi naturalistici alla collettività, che di una sostanziosa somma di denaro.

Al pianterreno del castello un magnifico scheletro di balena accoglie tutti i suoi visitatori. Solitamente questo piano è dedicato alle mostre temporane, mentre al primo piano sono ospitate le mostre permanenti che rappresentano un pò il cuore del Museo di Zoologia: “La Classificazione del Mondo Animale” , “Il mondo delle api” e “Gli uccelli urbani“. Assolutamente da non perdere è anche la sala che ospita la fonoteca zoologica del Museo con le registrazioni di oltre 500 specie diverse di animali tra le quali alcune in via di estinzione e altre mai registrate prima.

Anche se non è considerato uno dei luoghi più caratteristici di Barcellona merita ugualmente di essere visitato con particolare attenzione per la sua straordinaria raccolta di documenti sul mondo animale e per la magnificenza del castello. Il Museo di Zoologia di Barcellona e il Castell dels tres Dragons rappresentano, quindi, una meta davvero molto interessante specialmente per chi non vuole soffermarsi solo sugli itinerari classici durante la visita di Barcellona.

Stefano

Il viaggio last minute , blog su viaggi e turismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here