Souvenir di Barcellona: lista di oggetti e prodotti tipici

Barcellona è sicuramente una città turistica e ad ogni angolo si possono incontrare negozi, bancarelle e stand di souvenir o prodotti tipici da comprare e portare a casa. Ovviamente è impossibile fornire una mappa esaustiva di tutti i negozi, ma sicuramente posso consigliarvi una lista di oggetti e prodotti tipici che potete acquistare a Barcellona prima del vostro ritorno.


Le mie personalissime categorie sono quindi souvenir enogastronomici, un ricordo per sempre e, souvenir da non acquistare assolutamente.

Souvenir enogastronomici
Secondo il Forbes Barcellona è tra le prime 5 città in cui si mangia meglio. Quindi perché non portare ai propri amici e familiari qualche specialità catalana?
1. Salumi spagnoli: il fuet simile al nostro salame. È famoso quello di Vic, cittadina vicino a Barcellona. Il chorizo, che è il salame di color rosso tipico della Spagna, il jamón dulce e serrano, “prosciutto cotto o crudo”, che si chiama pernil in Catalano, la sobrassada mallorquina, salume di carne di maiale, paprika e sale da spalmare.

Fuet foto di Sputnik Mania

Panellets, foto di jornal.cat

2.  Formaggi: il queso de cabra, “formaggio di capra”, qui è molto rinomato.
3. Salse catalane: la salsa alioli, una sorta di maionese al sapore di aglio, salsa brava, una salsina piccante di colore rosso che si sposa perfettamente con le patate, salsa romesco a base di mandorle, pomodori, aglio, aceto e olio e samfaina, salsa fatta con melanzane e peperoncino.
4. Dolci catalani: i carquinyolis di mandorle. panellets, dolci di marzapane, boniato, “patata dolce e rossa” e pinoli. Questi sono tipici nel periodo invernale.
5. Cava: lo spumante spagnolo è di questa zona e sarebbe un peccato non portasene una bottiglia a casa. È ottimo sia bianco che rosato.

Un ricordo di Barcellona per sempre
1. Un pezzo di Gaudí a casa tua: ci sono tazze, piatti, posaceneri, agende, candele, poster e soprammobili con il tema del mosaico. In particolare la salamandra di Gaudí, quella che è posta all’entrata del Parc Guell, è un souvenir che bene rappresenta Barcellona, ma che non è ovvia dato che non tutti la conoscono.

gaudi poster, foto di YoGeek Mami

2. Un CD di musica catalana: paese che vai, musica che trovi. Qualche consiglio? Un cd del duo Estopa, Antoni Font, Pastora, Gossos.
3. Ricordo del mitico Barça e il suo Camp Nou: questa squadra è un’istituzione e se siete degli appassionati di calcio non potete non tornare con o una tazza o una maglia o un cappellino o una fascia del Barça.
4. El Porrón: strana bottiglia tipica della Catalunya.
5. Souvenir fatto a mano da un giovane artista: si trovano cose curiose e allo stesso tempo tipiche nei bookshop dei musei MACBA e CCCB e nelle librerie d’arte che stanno nelle dirette vicinanze. Un paio di esempi sono i lavori di Núria López, il cui nome d’arte è la Virgen de los Brochescioè “la Madonna delle Spille” o un gioiello della collezione Bandada. Questi ultimi hanno come tema gli uccelli spagnoli che sono a rischio d’estinzione.

porrón, foto di tnarik

Bandada, foto di SOCIALisBETTER

6. El burro catalán: ci sono magliette e tazze con il simbolo dei simboli di Barcellona.
7. Un souvenir fatto a mano su Las Ramblas: può essere un orologio fatto con un disco di vinile dipinto sul momento, una cornice fatta semplicemente con un filo di ferro e una pinza, un quadro “dipinto” con le bombolette, un ventaglio con l’immagine di un monumento di Barcellona.
8. La Catedral del Mar di Ildefonso Falcones o la Sombra del Viento di Carlos Ruíz Zafón: romanzi ambientati in una Barcellona del passato per gli amanti della letteratura.
9. Ci sono poi i classici portachiavi, borse, spille e bolle di vetro con un monumento di Barcellona. Non sarà un ricordino originale, ma se per esempio fate collezione delle bolle di vetro sarebbe un peccato non includere quella della capitale catalana. Lo stesso vale per le cartoline.
10.
Una maglia dell’Hard Rock Café di Barcellona: altro souvenir non troppo originale. Ma un vero “must” per gli amanti del genere e per i collezionisti. Evitate però le borse con scritto solo Barcellona è così noiosa! O la magliettina di “I love Barcellona” è così kitch!

 


 
Souvenir da NON acquistare assolutamente
1. Il sombrero: non ne esiste una versione spagnola e anche se Barcellona è lambita da due fiumi nessuno dei due si chiama Rio Bravo! Infatti il sombrero è messicano e non è nemmeno spagnolo, figuriamoci catalano.

Turisti con sombrero a Barcellona, foto di gruntzooki

bambina con abito da flamenco, foto di avlxyz

2. Un vestito da flamenco: se non resistete alla tentazione di comprarvene uno almeno sappiate che è spagnolo e non catalano.
3. No alla corrida: non portate da Barcellona un souvenir con questo tema perché non fa parte della cultura catalana. Non per niente il simbolo della Catalunya è un asino e non il toro.

Tu My
barcelona-3d

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here